Mi presento

Qualche nozione sulla mia persona
Sono un medico curioso (titolo ufficiale: Medico Chirurgo), appassionata ricercatrice ed esperta di medicina naturale; lavoro da oltre 20 anni come libera professionista in Emilia Romagna.

Sono una donna curiosa a 330 gradi (i 30 gradi che non mi interessano sono il calcio-la boxe-il football); dinanzi ad un problema o una malattia la prima domanda che mi pongo è “perché”. Comprendere la causa è il primo passo di ogni terapia.

Sono una persona curiosa a 360 gradi. La parola persona deriva dal greco; interpretato un pò liberamente significa: “essere che suona”. Per me vuol dire cantare la propria musica della vita ovvero comprendere la melodia delle cose. Per una persona essere uomo o donna non ha significato particolare poichè l’anima non ha sesso.

Sono un’artista mancata… produco creazioni di vario genere qua e là, tempo permettendo, e per questo motivo mi piace chiamare il mio lavoro ARS MEDICA, termine magari demodè, ma più attuale che mai.

Amo molto questa frase di NOVALIS: “il vero poeta e onnisciente; è realmente un microcosmo”. Ecco, in tal senso il medico dovrebbe essere onnisciente per diventare infine un microcosmo, una strada lunga, lunga, probabilmente irraggiungibile, ma mettiamoci pure in moto…

Curriculum di formazione e di attività
Infanzia, giovinezza e studi scolastici (liceo linguistico) nella Germania del Nord.
Finito il liceo un “anno sociale” lavorativo autonomo con persone anziane presso la parrocchia del mio paese.
Studi di Ingegneria Tessile in Germania, interrotti causa trasferimento in Italia nel 1978.
Studio della lingua italiana presso l’Università per Stranieri a Perugia.
Diploma di Disegno Anatomico presso l’Università di Bologna nel 1980.
Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1988 presso l’Università di Bologna.
Tesi di laurea sul Magnesio e il suo utilizzo in medicina.

Dal 1978 intensi e continui studi in vari rami della medicina naturale: erboristeria, antroposofia, spagirica, alimentazione, omeopatia, polimorfismo secondo Enderlein, medicina orientale, filosofia.

Particolare interesse; studi e ricerche sul sale marino integrale.

Dal 1988 svolgo la libera professione in Emilia-Romagna.

Regolare attività di conferenze e seminari in tutta Italia per il pubblico e professionisti interessati alla logica della medicina naturale.
Docente alla Scuola di Naturopatia presso il Centro Natura a Bologna.
Autrice del libro “Il Sale fa bene”: salute, sapere, saggezze, storia e storie sul vero sale marino naturale (Edizioni Andromeda).

Ultradecennale collaborazione con l’associazione IL NIDO di Bologna.

Socio fondatore del progetto sociale Cooperativa le Ali: Parco Cavaioni rinasce per Bologna; Cà-Shin apre le porte nel giugno 2011.

Che tipo di Medicina pratico e a chi si rivolge
Finito l’esame di stato in medicina non ho seguito ulteriori specializzazioni; è stata una scelta precisa. Volevo comprendere e curare l’insieme di un essere umano. Già prima di studiare medicina mi interessavo di erboristeria, medicina antroposofica e orientale.

Così con tutta la mia passione e ormai lunga esperienza cerco di curare la persona come un piccolo microcosmo che desidera tornare nel suo equilibrio.

La maggior parte delle persone arriva con una diagnosi, un esame, un disagio fisico e/o psicologico. Qualcuno viene per pura curiosità.

Vedo parecchi genitori con i loro figlioli, che desiderano crescere sani; chiedono il mio parere sulle terapie, la prevenzione, il cibo, l’educazione, le scelte scolastiche. Capita spesso di vedere prima i bambini, poi la mamma, l’amica, la nonna ed infine il papà.
Arriva anche chi vuole ascoltare un secondo parere o un terzo parere.

Tante partenze, un desiderio: risolvere il problema di salute – di animo – di infelicità – del “mal stare”, della mancanza di energia.

Dopo tanti anni percepisco il mio lavoro come una sottile indagine fatta di domande, di chiedersi sempre il perché.

Il SINTOMO è un “geroglifico personale” che attende di essere decodificato. In questo senso la malattia può essere vista anche come un’impronta dell’anima… o se volete dei sentimenti, dei traduttori emozionali della vita quotidiana, dei rapporti umani, del contatto con l’ambiente, della pessima alimentazione, dell’impronta educativa, dei conflitti che produciamo.

Così dalla chiacchierata in ambulatorio nascono visioni nuove sul proprio problema, consigli ad personam, potenziali di cambiamento.

Una chiave fondamentale è la modulazione dei propri binari mentali e comportamentali.
I rimedi, ovvero le medicine naturali che accompagnano questo percorso, sono l’omeopatia, la fitoterapia, la gemmoterapia, la spagirica, rimedi secondo il metodo del Prof Enderlein (Polimorfismo), e consigli alimentari.

Una mia carissima collega dice che “la medicina è un’atto di impronta femminile”; significa fare ciò che dovrebbe fare ogni madre con i suoi figli: ascoltare, attendere, suggerire, accompagnare, guidare… e infine insegnare a mettersi sui propri piedi.

Cosi ogni paziente possiede un proprio talento per guarire.
E al medico spetta l’onore di scovarlo :-)

Condividi
  1. cara dottoressa, tiro un sospiro di sollievo….non dovrò più spulciare mille risultati di google a caccia di qualche prezioso semino informativo.
    per me uno spazio come questo è una boccata di ossigeno; è come la scatolina delle caramelle dimenticata in tasca; è un dispenser di goccine magiche sul quale si sa di poter contare. io sarò sempre grata per averla incontrata. a proposito….ci dice qualcosa su questo laboratorio arte/scienza a bologna? un saluto e buon nuovo inzio!

  2. Benvenuta Sabine!! Questo è un blog che finisce subito tra i miei preferiti. Ho letto con molto interesse la sua presentazione e benché io come tante, già la leggiamo sul “Pasto nudo”, sono davvero contenta che abbia deciso di aprire questo spazio tutto suo. Le auguro ogni bene e mi permetto di aggiungere che lei mi sembra davvero “un medico a 360 gradi” !! A presto, Francesca

  3. @francii e vale…grazie grazie-viva il pastonudo.it e il suo saporito tam-tam

  4. @lucia…la “scatolina di caramelle dimenticate in tasca” e “il dispenser di gocce magiche” mi piacciono moltissimo.(qui trasuda allegramente una vena poetica). Felice di aver procurato un “sospiro di sollievo”…
    Sul laboratorio Arte e Scienza scriverò appena aprono le porte …forse fra uno-due mesi.

  5. Che bello questo spazio!!! Sono perfettamente d’accordo con Lucia del primo commento e tiro anch’io un sospiro di sollievo! Mi chiamo Lia, abito a Ravenna e sono mamma di due bambine di 9 e 2 anni e mi piace immensamente l’idea della medicina come “atto d’impronta femminile”. D’ora in avanti leggerò con attenzione i consigli ed i suggerimenti che lei fornirà perchè sono certa che saranno preziosissimi! Inoltre, cercherò di non stare più sul collo alle mie figlie quando non indosseranno ciabatte o altro, ben vengano i piedi nudi o i calzini antiscivolo anche per mamma e papà e … benvenuta libertà!!! Veramente spero di riuscire a mollare anche su altri fronti e preconcetti che mi sono stati trasmessi mio malgrado e che purtroppo, a volte, riaffiorano! Piacere di conoscerla e sicuramente a presto!!! Buon lavoro, Lia

  6. Ben arrivata Lia; la vita è una grande scuola se si apprende con curiosità e coscienza. Grazie del simpatico commento :-)

  7. bentrovata Sabine è molto bello questo spazio e tutto ciò che lei fa’,noi ci conosciamo da un po’,abbiamo fatto insieme un percorso ….importante …e lei mi ha dato tanto.Per la prossima primavera ,se riusciamo ad incastrare i vari impegni soprattutto i suoi,io posso gestirmi,mi piacerebbe averla qui in libreria per parlarci del sale,alimento tanto importante,ma bistrattato.Per ora vorrei farle gli auguri di Buon Natale e..mi farò viva all’inizio del nuovo anno.Grazie di tutto
    Desdemona
    (Si ricorda di me? sono la mamma di Elisa)

  8. gentile Desdemona, certo che mi ricordo, poi Elisa non si può dimenticare.
    Sul sale parlo sempre volentieri; un tema che non è mai fuori moda… e grazie di aver lasciato questo commento. cari saluti :-))

  9. Ciao Lucia, ho visto la tua mail sul sito di Sabine, anch’io lavoro su arte-scienza.
    Sarei interessata a sapere che fa. Che ne dici ? Grazie! Anna

  10. salve Anna, il nuovo Laboratorio a Bologna che lavora su “Arte/Scienza” verrà presentato entro breve su questo blog con un post speciale. Sono già in attesa di un loro articolo che vi spiega per bene questo bellissimo progetto. :-)
    Lucia se ho capito bene è curiosa quanto te su questo progetto a Bologna…

  11. Grazie! mi interessa tanto, a presto! Anna

  12. sì, ci sono! orecchie aperte sull’argomento! a presto a tutti i già futuri compagni di laboratorio!

  13. Cara dottoressa Sabine,
    l’incontro tenuto da lei a Almenno s. Bartolomeo(bg) ieri è stato veramente bello..
    l’avrei ascoltata per ore se solo avesse potuto trattenersi ancora.E’ una fortuna e una gioia incontrare persone come lei che trattano di argomenti legati alla salute in modo così approfondito ed esaustivo e spiegati in un modo semplice!
    I continui richiami alla natura, ai suoi protagonisti e alle sue leggi sono poesia per le orecchie e l’immaginazione..(non se ne sente mai parlare fra la gente!)
    Affascinante l’uso e l’etimologia delle parole cui spesso fa riferimento..il suo intercalare giocoso e curioso volto a testare e destare l’attenzione di chi ascolta.
    il termine curioso cui fa riferimento nella sua presentazione è decisamente azzeccato..oltre che contagioso!
    Arrivederci a presto..
    Annagrazia

  14. carissima Annagrazia; ma che bel commento. Sono molto felice di aver passato tutte quelle sensazioni. Il corpo umano è un’ opera d’arte di madre natura ed è quasi perfetto se trattato bene e con rispetto. Grazie a tutto il bel gruppo di persone curiose. Poi abbiamo mangiato cosi bene, con tutte quelle delizie naturali , fatte in casa da tante brave mani… un esperienza da ripetere :-))

  15. Cara Dott.ssa Sabine,
    leggendo la sua presentazione e di come si approccia alle malattie e tutto il resto, mi è venuta spontanea una domanda: Lei ha mai sentito parlare delle 5 leggi biologiche del Dott. Ryke Geerd Hamer?

  16. Si Paolita, conosco le 5 leggi biologiche… come chiunque con la mente curiosa!… queste scoperte devono ancora decantare. Sono comunque un tassello indispensabile sulla strada della consapevolezza :-)

  17. Faded calendar pages
    Show the end of this year;
    As my old body ages
    A new Christmas is here.

    Time is running so fast!
    I look back and I think
    That the future’s now past
    And my life’s but a blink.

    All the days I have spent
    Running after the stars
    Eager yes, not content,
    Deep have etched their scars.

    I toiled, suffered and cried.
    Now please tell me good Lord,
    For me what’s put aside?
    What is now my reward?

    Although seated up here,
    I see all that you do,
    I’ve been hearing your prayer
    And I am looking for you.

    Have a glance all around
    And do tell what you see.
    Every sight, every sound
    Is what it’s meant to be.

    Have you noticed today
    The sweet smile of your wife?
    Isn’t it great to stay
    With the love of your life?

    And the breath that I gave you
    Not just once, but yet twice,
    When I came down to save you
    And brought light to your eyes?

    And the beauty you have seen
    As you traveled afar,
    When courageous and keen
    You became what you are?

    Think of faith, hope and love
    That you freely received:
    Aren’t they good enough
    Since they made you believe?

    Now I can hear your voice,
    Looking over the clouds,
    Hearing beyond the noise,
    I’m now rid of these shrouds.

    You are so gracious and kind;
    Please forgive me good Lord.
    I was totally blind,
    Couldn’t see my reward.

    Just one thing will I seek:
    For myself and my spouse,
    With the Saints and the meek,
    Save a place in Your house.

  18. Gentile Maurizio, grazie della bella poesia che va ben oltre ogni natale :-)

  19. Buona sera, sono una ragazza di 38 anni, ho dovuto assumere un antibiotico per una gengivite, e la mia pella ha avuto una reazione terribile, brufoli in viso e nella schiena, come posso risolvere questo problema imbarazzante??? Attendo sue notizie e grazie.

  20. Cara Dottoressa Eck, ho scoperto da poco il suo blog e mi ha aperto un mondo! da poco sono diventata mamma e, disorientata dalle contrastanti indicazioni dei medici pediatri, avrei mille consigli da chiederle…inizio con due: 1. a breve mia figlia compirà l’anno, posso iniziare a darle una colazione con latte vaccino (e nel caso meglio ‘diluirlo’ con acqua?)? premetto che l’ho allattata fino a tre settimane fa e poi, mio malgrado, sono passata al latte artificiale (solo il nome mi lascia perplessa!) 2. a settembre inizierà il nido, ha da consigliarmi una cura omeopatica che le rafforzi il sistema immunitario?
    la ringrazio molto per la sua preziosa risposta
    Benedetta

  21. Carissima Benedetta… quanto entusiasmo… e quante domande!!
    Il latte artificiale lascia molto perplessa pure me. Il latte intero di mucca è una questione di scelta culturale e non è indispensabile. Personalmente non amo il latte… poi se si trova nel biberon (dopo l’anno di età) mi assale una “disagio primordiale”. I bambini devono mangiare cibo solido… con le proprie mani: frutta di stagione cruda e/o cotta-olive(senza nocciolo, caso qualcuno volesse fraintendere)-pane burro marmellata-un buon uovo di gallina ruspante-yogurt intero-frutta secca biologica(ficchi,uvetta etc)…perfino una carota cotta schiacciata e condita con un buon olio d’oliva o burro (mucca da pascolo) sarebbe più educativo (anticamera per la colazione tipo Alto Adige) Il biberon è una vera “croce” (qualsiasi cosa contiene)-favorisce la pigrizia e “educa” al cibo troppo morbido… e prepara la via pigra alle merendine tutte uguali che potrebbe mangiare pure la nonna di 90 anni senza la dentiera.
    Scherzo?…mica tanto. Il biberon è diseducativo al massimo. Ci sono bimbi che lo prendono a 4-5 anni (sono informazioni che si imparano in ambulatorio!)
    Ho scritto qualche info sul blog http://www.ilpastondudo.it (basta cercare nella voce *autori* e compare la mia rubrica… scrollando in fondo si trova due articoli sullo svezzamento e l’atteggiamento a tavola).
    Sul punto 2) devo purtroppo negare la risposta. Una cura omeopatica non è da considerarsi un “fast-food” da mettere on-line. Sono cure ad personam… e vanno pure viste nel contesto familiare e sociale… insomma sono vestiti su misura.
    Comunque cara Benedetta; benvenuta nel club delle mamme che cercano il meglio :-)

  22. Buona sera.
    Mi chiamo Elisa.
    Leggo di Lei per la prima volta ora(sulla febbre)e mi è piaciuto molto. Approfondirò il resto con piacere.
    Sempre oggi ho letto su internet delle proprietà dell’argento colloidale come antibiotico naturale. Sarà una coincidenza?
    Cosa pensa al riguardo? Lo utilizza?
    Grazie fin da ora

  23. Salve Elisa,
    grazie per il commento… e buona navigazione fra le pagine di questo blog.
    L’argento colloidale è molto interessante. Personalmente non lo prescrivo, ma direi che è una forma di pigrizia… quando si hanno già tanti buoni strumenti si tende a tralasciare altri-anche se molto validi. Conosco invece molte persone che lo usano con ottimi risultati.
    Le vie per collaborare con il sistema immunitario e per rinforzare l’ organismo sono veramente tantissime.
    La via aurea (per me) è l’ alimentazione equilibrata, ma anche il giusto *modus pensandi*. La paura è un pessimo consigliere… mentre la curiosità ci porta sempre oltre :-)

  24. Ciao Sabine, sto leggendo pazzamente ciò che scrivi perchè mi sto ravvedendo su tutto ciò che fin’ora mi hanno insegnato i dottori della medicina tradizionale… e ne ho visti tanti ….ho due bimbi: maschio 3 anni prematuro nato con una malformazione congenita, femmina di 16 mesi. il primo è molto delicato di bronchi e spesso l’ho curato con tutti metodi demonizzati quali cortisonici e antibiotici, lui la mia più grande debolezza oltre che la mia gioia immensa; la seconda forte come un leone con lei mi sono avvicinata all’omeopatia e fitoterapia e non ho mai usato farmaci, lei la mia più grande forza oltre che la mia gioia immensa. sono confusa su come ho affrontato le cure del mio bimbo oltre che pentita ma quando si presentano broncospasmi e febbre alta allora cosa posso fare per non somministrare bentelan o clenil? non è asmatico ma un raffreddore gli costa sempre una bronchite e ho paura allora di essere entrata in un circolo vizioso? inoltre è stato operato 3 volte, anche l’ anestesia è un farmaco potente ma come farne a meno ? sarò felice se mi risponderà…in realtà mi piacerebbe incontrarla in privata sede….

  25. Mi chiamo Monica e sono la mamma di una bambina di quasi 2 anni, sono venuta ai suoi incontri avvenuti presso babylon,volevo chiederle il rapporto acqua e sale marino integrale x poter fare a mia figlia i lavaggi nasali e volevo chiederle se potevo usarlo nell’areosol abbinato ad altri medicinali quali clenil e ialoclean.Grazie e cordiali saluti.

  26. Gentile dottoressa Ho una bimba di 5 anni e mezzo ed un maschietto di 10 mesi. Da tempo sono attratta dall’idea di crescerli con l’omeopatia. Abitiamo a castelvetro e penso da un pò all’idea di prendere contatto con lei.
    Come funziona una visita? Posso portarli in qualunque momento o devo aspettare una manifestazione di tipo patologico? Grazie

  27. Grande Sabine ieri sera mi sei piaciuta molto sei come nelle tue conferenze .Sempre te stessa con una Consapevolezza che attesta il grande lavoro che hai fatto e continui a svolgere .E’stato un piacere conoscerti da vicino Grazie Rosy Mazzetti

  28. Buongiorno,
    Per avere un appuntamento con Lei qual’è l’iter?
    Grazie

  29. Sono felice che ci siano Medici come lei che prendano secondo il mio parere la strada più giusta!

    Siamo ciò che mangiamo!

  30. Gianluca, grazie per essersi fermato per lasciare un commento. Siamo tutti chiamati a sperimentare *in prima persona* cosa ci fa bene e che cosa ci fa male :-)

  31. Cara Sabine, come mancherà a me e a tutti i partecipanti al prossimo festival della salute….uffi, mi assale una gran tristezza sapere di perdermi questa occasione di confronto e apprendimento:-(
    Spero sarà l’unica edizione in cui dovremo rinunciare a lei…
    Il suo sito mi piace molto ed è un piacere consultarlo!
    Buona radiosa giornata!

  32. carissima Giulia, mi dispiace per la “gran tristezza”… la prossima volta penso di esserci! Grazie tante per gli apprezzamenti; sono la linfa vitale del nostro lavoro :-)

  33. Buonasera, mi rivolgo a lei visto la splendida carriera e dalle tante mamme che la consigliano. Le chiedevo cosa ne pensava delle stanze del sale. A gennaio hanno ricoverato mio figlio per una pane sinusite acuta. Mio figlio ha 4 anni. Come terapia mi hanno dato antibiotici e cortisone che hanno risolto il problema. Poi però dopo tre mesi ha cominciato ad avere ancora catarro. Ho iniziato con la stanza del sale e mi sembra funzioni. Ma il mio pediatra pensa che siano tutte cose per spillare soldi. Lei cosa ne pensa? Grazie mille e buona serata

  34. Gente.le Sabine
    Mia nipote Gaia attualmente in spiaggia ,entra in acqua e quando esce presenta sulle gambe tanti rigonfiamenti simili a bubboni.
    Hanno detto a sua madre che la bimba soffre di un eritema da freddo.
    Aggiungo che la bimba presenta celiachia sviluppatasi non subito ma dopo la nascita della.sorella.
    Vorrei che mi dicesse cosa ne pensa e come ci si deve comportare.

  35. Buongiorno….dott.ssa,
    ce ne fossero di medici come lei che considerano l’individuo nel suo insieme e si chiedono quale sia la causa di un sintomo.
    Purtroppo non ne ho mai incontrati e per questo da molti mesi ho un problema di salute che non riesco a risolvere.
    Grazie…..

  36. Cara Sam, come dice pure il detto popolare!?…”chi cerca trova”.
    Ognuno può imparare per azione propria tutto ciò che fa bene alla salute, e non è poco.
    Se incanalata bene: la salute è in grado di “mangiarsi” molte malattie.
    In fondo avevano ragione i nostri nonni nel dire che “i nodi vengono al pettine”.
    Le cause dello star male sono molteplici… ma pure le strade per uscirne.
    Buona ricarca :-)

  37. Grazie Sabine,
    proprio ieri con il mio Tommaso siamo venuti da Lei per il nostro problema di tosse..Stabilito poi da tosse da reflusso..Grazie per i preziosi consigli ne’ faro sicuramente tesoro..
    Sono uscita dal suo ambulatorio veramente soddisfatta e con la certezze di essermi detta : Questa e’ un Medico davvero con la M maiuscolo mi e’ piaciuta davvero tanto!
    Grazie ancora
    Irene

Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *